alessandro melchiori
() => melkio.OnStage();

Alessandro Melchiori

NuGet, le dll e il source control

19 Oct 2011

Fino a poco tempo fa, la struttura dei nostri progetti, era quella “tradizionale”:

  • source: folder in cui sono contenuti tutti i sorgenti della nostra soluzione

  • libs: folder in cui sono contenute tutte le librerie di terze parti referenziate dai nostri progetti

  • database: folder in cui sono contenuti tutti gli script per la generazione/aggiornamento del db

  • docs: folder in cui è contenuta tutta la documentazione progettuale

Questa modo di organizzare la solution ci garantisce che, chiunque entri in corsa sul progetto, possa essere fin da subito operativo con un semplice checkout/update, senza bisogno di installare/configurare nulla di particolare.

Una cosa che non mi è mai piaciuta è quella di dover, per ogni progetto, dover committare tutte le volte, tutte le dll necessarie, duplicando, progetto dopo progetto, le stesse dll sul repository.

Ora però, con NuGet, abbiamo a disposizione un repository globale (e perchè no, anche locale e privato) per tutte le librerie di cui abbiamo bisogno, perfettamente integrato con Visual Studio e facilmente utilizzabile. Perchè non sfruttarlo?

Ma facciamo un passo indietro e ricapitoliamo velocemente come NuGet funziona: ogni volta che viene referenziata una nuova libreria in uno dei progetti di una solution, la dll e le relative dipendenze vengono scaricate in una folder (packages) creata a livello di solution e un nuovo file (packages.config) viene creato a livello di progetto. Quest’ultimo file è il “repository” di tutte le dll referenziate dal progetto. Qualora un nuovo progetto della solution referenzi una dll precedentemente installata, il file packages.config del progetto viene aggiornato e viene aggiunto un riferimento alla dll già scaricata e presente nella folder packages.

Detto questo, non tutti sanno che tra i vari modi con cui possiamo interagire con NuGet, oltre che comodamente da VisualStudio, c’è anche la possibilità di sfruttarlo da riga di comando.

Si sta chiudendo il cerchio? La nebbia si sta diradando? :-)

La console a riga di comando ci da la possibilità, oltre all’utilizzo “tradizionale” (installare un package alla volta), di installare una serie di package utilizzando il file packages.config proprio come un vero repository del “necessario”. Tramite l’istruzione:

nuget install packages.config -OutputDirectory "..\packages"

la versione console di NuGet legge il contenuto del file packages.config e scarica, solo il necessario (ovvero ciò che non è già presente), nella folder “..\packages”. Ottimo direi, no?

Ecco quindi la soluzione che abbiamo adottato:

  • solo e soltanto NuGet per la gestione delle reference

  • i file packages.config di ogni progetto vengono committati

  • è stato inserito, per ogni progetto, un prebuild event che lancia il seguente comando:

nuget install packages.config -o “..\packages”

  • è stata finalmente droppata la folder “libs” :-)

…che non vi venga in mente di committare la folder packages che viene creata!!!!

Comments